logo

Proin gravida nibh vel velit auctor aliquet. Aenean sollic itudin, lorem quis bibendum auctornisi elit consequat ipsum, nec nibh id elit. Lorem ipsum dolor.

Ultimi articoli
Top
Che cos'è il GAL

Il Programma di Sviluppo Rurale (PSR) Sicilia 2014-2020, approvato con Decisione CE C(2015)8403 del 24 novembre 2015, rappresenta lo strumento di finanziamento e di attuazione del Fondo europeo agricolo di sviluppo rurale (FEASR) dell’Isola.

Nell’ambito della programmazione delle risorse FEASR, per il periodo 2014-2020, sono stati assegnati alla Regione Siciliana 2.212.747.000 di euro con un incremento di oltre 27 milioni rispetto alla dotazione del PSR Sicilia 2007-2013. I fondi assegnati alla Sicilia costituiscono la maggiore dotazione finanziaria assegnata tra le regioni italiane a livello nazionale.

La novità più importante dell’attuale programmazione è un approccio più flessibile nel definire le specifiche azioni che utilizzerà una nuova struttura basata su sei “priorità di intervento”. Viene abbandonata quindi la vecchia struttura, articolata in 4 Assi e 33 Misure, considerata troppo rigida e poco funzionale all’attribuzione di risorse a sostegno aree di intervento diverse da quelle per cui erano previste. Per il periodo 2014-2020 sono stati individuati tre obiettivi strategici di lungo periodo: competitività del settore agricolo, gestione sostenibile delle risorse naturali e sviluppo equilibrato dei territori rurali (art. 4 Reg. 1305/2013).

Nell’ambito della programmazione 2014-2020, lo Sviluppo rurale dovrà quindi stimolare la competitività del settore agricolo, garantire la gestione sostenibile delle risorse naturali e l’azione per il clima, realizzare uno sviluppo territoriale equilibrato delle economie e comunità rurali, compresi la creazione e il mantenimento di posti di lavoro attraverso le seguenti 6 PRIORITA’:

 

  1. PROMUOVERE IL TRASFERIMENTO DELLA CONOSCENZA E L’INNOVAZIONE NEL SETTORE AGRICOLO E FORESTALE E NELLE ZONE RURALI;
  2. POTENZIARE LA REDDITIVITÀ DELLE AZIENDE AGRICOLE E LA COMPETITIVITÀ DELL’AGRICOLTURA IN TUTTE LE SUE FORMA, PROMUOVERE TECNICHE INNOVATIVE PER LE AZIENDE AGRICOLE E LA GESTIONE SOSTENIBILE DELLE FORESTE;
  3. PROMUOVERE L’ORGANIZZAZIONE DELLA FILIERA ALIMENTARE, COMPRESA LA TRASFORMAZIONE E COMMERCIALIZZAZIONE DEI PRODOTTI AGRICOLI, IL BENESSERE ANIMALE E LA GESTIONE DEI RISCHI NEL SETTORE AGRICOLO;
  4. PRESERVARE, RIPRISTINARE E VALORIZZARE GLI ECOSISTEMI CONNESSI ALL’AGRICOLTURA E ALLA SILVICOLTURA;
  5. INCENTIVARE L’USO EFFICIENTE DELLE RISORSE E IL PASSAGGIO A UN’ECONOMIA A BASSE EMISSIONI DI CARBONIO E RESILIENTE AL CLIMA NEL SETTORE AGROALIMENTARE E FORESTALE;
  6. ADOPERARSI PER L’INCLUSIONE SOCIALE, LA RIDUZIONE DELLA POVERTÀ E LO SVILUPPO ECONOMICO NELLA ZONE RURALI.

Il Programma di Sviluppo Rurale 2014 – 2020 ed in particolare la Misura 19 “Sostegno allo sviluppo locale LEADER (SLTP – sviluppo locale di tipo partecipativo)” prevede che lo sviluppo locale di tipo partecipativo è gestito da Gruppi di Azione Locale (GAL) con popolazione compresa tra i 60.000 ed i 150.000 abitanti, composti da un partenariato pubblico privato, dotati di una struttura tecnica adeguata e costituiti in una forma giuridica atta a garantire la partecipazione democratica e dal basso del territorio, nonché concentrato sui territori classificati C e D, (aree rurali intermedie e aree rurali con problemi di sviluppo) caratterizzati da rilevante calo demografico, da frammentazione amministrativa, da carenza di servizi e da fragilità del sistema produttivo ed attuato attraverso strategie territoriali di sviluppo locale integrate e multisettoriali.

La misura 19 del PSR Sicilia 2014/2020 promuove l’elaborazione di strategie di sviluppo locale attraverso un approccio di carattere multisettoriale, integrato e bottom-up che vede coinvolti come elementi catalizzatori i partenariati locali pubblico/privati.

Si chiarisce che la Misura 19 del Programma di Sviluppo Rurale 2014 – 2020 “Sostegno allo sviluppo locale LEADER” si articola specificamente nelle seguenti sotto-misure:

 

  • 19.1. Supporto per la preparazione della Strategia di Sviluppo Locale;
  • 19.2. Attuazione del Piano di Sviluppo Locale – Sostegno all’esecuzione degli interventi nell’ambito della strategia di sviluppo locale di tipo partecipativo
  • 19.3- Preparazione di progetti di cooperazione interterritoriale, interregionale e transnazionale
  • 19.4. Funzionamento ed animazione dei gruppi di azione locale – Sostegno per i costi di gestione e animazione;

Il 18 aprile 2016 l’Autorità di Gestione del Programma di Sviluppo Rurale 2014–2020, con DDG n. 296 del 18/04/2016, ha approvato apposito bando relativo alla sottomisura 19.1 per il sostegno preparatorio e la selezione dei GAL e delle strategie di sviluppo locale di tipo partecipativo, rivolto ai GAL esistenti e a eventuali nuovi costituendi partenariati attivando un procedimento di selezione che si suddivide in due fasi:

Fase 1
verifica preliminare dei criteri di ammissibilità dei GAL o dei partenariati sulla base di quanto previsto dalla sottomisura 19.1
Fase 2
valutazione e selezione delle strategie di sviluppo locale, sulla base dei criteri di selezione indicati nella sottomisura 19.2

La chiusura del bando  di cui alla sottomisura 19.1 è prevista per il 10 Giugno 2016 e pertanto entro tale data occorrerà presentare la domanda di partecipazione e la strategia di sviluppo oltre che un accordo di partenariato pubblico/privato.

 

Considerato che

I comuni di Acireale, Acicatena, Aci Sant’Antonio, Aci Bonaccorsi e Valverde sono comuni contigui e territorialmente omogenei, classificati  zone rurali con problemi di sviluppo aree D, che non hanno mai implementato il LEADER nelle precedenti programmazioni;

che con la riunione del 11 aprile 2016 presso il comune di Acireale, si è inteso avviare il processo per la costituzione del territorio  e del partenariato pubblico/privato da candidare ai sensi del bando sopra richiamato;

Invita

  • Tutta la cittadinanza, le imprese; le associazioni di categoria professionali;
  • Università e Enti di Ricerca che hanno attuato processi di innovazione e/o trasferimento di conoscenza;
  • associazioni che operano nel sociale e/o servizi alla persona presenti nel territorio e portatori di interesse collettivo
  • Associazioni culturali, ambientalistiche  e dei consumatori presenti nel territorio e portatori di interesse collettivo
  • Altre associazioni,  enti e organizzazioni portatori di interesse collettivo nei vari ambiti
  • Enti di formazione
  • Banche
  • Consorzi fidi
  • Consorzi
  • E altri comitati, sindacati , organizzazioni ….

A partecipare attivamente agli incontri e a collaborare per l’individuazione di una strategia di Sviluppo Locale che veda le Aci protagoniste. Si invita anche a suggerire spunti e idee innovative per uno sviluppo integrato, partecipato e sostenibile attraverso l’OPEN DATA del sito.

SOLLECITA tutti i possibili aderenti al partenariato a presentare la scheda di adesione, di cui agli allegati.

Territori comunali coinvolti

Acireale
Aci Sant'Antonio
Acicatena
Aci Bonaccorsi
Valverde
You don't have permission to register